Elon - Alex Tiepolo

Un giovane (Kevlar) narra la storia di un gruppo di ragazzi, gli Irriducibili, cresciuti nella Grande Pianura. L'equilibrio del gruppo viene rotto dall'arrivo di Elon, un ragazzino che vive sulle colline, luogo segreto e temuto dalle genti delle pianure, e da Bice, una ragazza che viene dal Grande Agglomerato.
Il punto di rottura diventa l'improvviso scomparsa di Elon e i tentativi di ricerca che spingono il gruppo ad attraversare quel diaframma proibito rappresentato dal misterioso mondo delle colline.
Divenuto grande, Kevlar, ricostruisce la storia di quei giorni e svela la verità rimasta nascosta fra le colline, questa lo porterà a sconvolgere il mondo e allo scontro finale con Elon.
Un romanzo di grande respiro che tocca il tema centrale del nostro tempo: l'impatto della tecnica e la responsabilità del processo di sviluppo tecnologico.

Dalla postfazione di Carlo Rossi:

"Tiepolo scava continui solchi, intere trincee, diaframmi invalicabili che diventano impossibilità di comunicare, infrastruttura simbolica che separa fin da giovani, da ragazzi, i linguaggi dei due gruppi: Kevlar, Giorgio e gli Irriducibili da una parte, Elon, e "la Bice" dall'altra.
Così Elon è l'uomo delle colline e Kevlar il "villano" delle terre piatte; Elon è già mistero, è già druido dal primo istante del racconto per la sua condizione geografica: "lui vive sulle colline", ma le colline sono un luogo proibito a Kevlar e alla gente di paese; un luogo senza linguaggio per gli Irriducibili e per questo, impossibile da decifrare e da conoscere se non per miti, per superstizioni, per varchi magici.
In questa diversità si gioca tutto l'iniziale svantaggio di Kevlar nei confronti di Elon nel comprendere il mondo e incidere su di esso, uno svantaggio che si rivelerà esiziale, non solo per l'esistenza di Kevlar, ma per l'intero convivio umano."


Copertina flessibile

8,20 €